22 agosto: Rivarotta – Vallevecchia – ossia rafting sul fiume

La giornata inizia con una buonissima colazione nel nostro albergo (al Donatore, 10 punti pieni per la gentilezza dei gestori e per l’atmosfera), guarnita da una gentilezza e simpatia unica da parte della signora.

Partenza da RivarottaLa prima tappa desta un po’ di preoccupazioni, date la corrente del fiume e gli ostacoli, e infatti, appena dopo 500 metri, alla
terza curva la caorlina viene spinta sotto i rami di un albero: abbassiamo le teste al livello del bordo e Anna, la poppiera salta giù in sentina. Non abbiamo molto tempo per riprenderci dallo spavento che ci troviamo già fronte ai prossimi ostacoli, fermarsi è impossibile. Il sandalo, essendo più corto e manovrabile passa senza grandi problemi. Già dopo alcuni kilometri la corrente rallenta e abbiamo tempo per guardarci intorno: non abbiamo perso la poppiera, ma il pomolo dorato della bandiera! Decidiamo (ovviamente non senza qualche esitazione) che non è il caso die tornare indietro, ma di appostarci lungo il fiume e aspettare che passi galleggiando. Quando il fiume diventa più tranquillo troviamo finalmente il tempo per goderci il paesaggio fatto di verdi rigoglioso lungo le rive. Oltre le ormai solite anarete vediamo anche un martin pescatore e una piccola tartaruga che si scala al sole.
Quando raggiungiamo il ristorante sul fiume ci dicono che quelli con chi avevamo fatta la scommessa erano del turno della sera; poi spunta il proprietario raggiante: aveva scommesso con i suoi dipendenti che ce l’avremmo fatto. Dice di essere veneziano e di conoscere le potenzialità delle nostre barche. Sentiamo che dice a una cameriera: “sono ospiti dei dipendenti”. Man mano arrivano anche i più pessimisti del giorno prima: “ce l’avete fatta? Fino a Piazzola (il paese prima del tratto delle risorgive) ?” ammette che non ci era mai arrivato (dato che il suo gommone non l’ha portato più su). Prendiamo un caffè (offertoci dal ristorante) sedute sulla comode poltrone sotto gli alberi vestiti di bianco (sì, hanno rivestiti i tronchi con stoffe bianche) e facciamo pace con il Ristorante al Fiume. Torniamo sul fiume, che per l nostra massima delusione non ha più corrente perchè la marea crescente la ridipinge verso l’interno. Constatiamo ancora una volta che la laguna di Marano è veramente fatta male, visto che è sempre a contraria! I restanti 10km fino alla foce del fiume in laguna scendiamo il fiume a contraria con scherzi e risate sulla scommessa vinta.
Arrivate in laguna cerchiamo un riferimento nella skyline di Lignano per centrare l’inizio del canale del Tagliamento e tagliamo sopra secca. Arrivate sul Tagliamento, facciamo l’ennesima brutta scoperta: anche questo fiume è riuscito prepararci una bella contraria, invece di fluire verso il mare. Scendiamo nuovamente alla chiusa di Bevazzama. Sul canale verso il porto di Baseleghe raccogliamo le battute più stupide che ci arrivano dai barchini che incrociamo. Vincitore della gara è uno con un bel barchino in plastica bianco che con aria da saccente osserva “un po’ più veloci!”. Un po’ seccate lo invitiamo di vogare con noi per 300km. Questa risposta sembra far impressione perché si limita ad un “allora va bene così”. Ringraziamo per questa rassicurazione, ci mancava proprio. Attraversiamo il porto di Baseleghe in cavata facendo la gara tra sandolo e caorlina. E così arriviamo a Valle Vecchia anche prima dell’orario previsto. … Per una volta non siamo in ritardo Francesco e Antonio di Veneto Agricoltura. ci danno una mano trasportando sia bagagli che vogatrici fino all’ostello della parrocchia che ci ospiterà durante la notte. riparte la solita attività di docce (ce n’erano tantissime) e lavatrici (per dire la verità solo una,ma ci voleva un po di tempo farla partire per il suo menu poco trasparente. Cena con mussati  nel ristorane a fianco e via a letto. ci distribuiamo in tutta la casa in cerca del posto più fresco, o meglio, meno calda.

Annunci

2 thoughts on “22 agosto: Rivarotta – Vallevecchia – ossia rafting sul fiume

  1. Bravissime! Non sapevo nulla della vostra avventura prima di ieri (sono passata alla canottieri con la mia bimba). Ciao, francesca b. (vogatrice in pensione anticipata).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...