25 Agosto Lio Piccolo – Giudecca

Ultima mattina, ultima partenza per raggiungere la Giudecca. Smontiamo le tende, ci godiamo la splendida colazione dell’agriturismo e Gino dell’agritourismo ci porta i bagagli in macchina fino alla riva dove ci aspettano le barche. Siamo ormai decimate, perché alcune ci hanno lasciate il giorno prima, perchè i doveri della vita quotidiana si udivano fino al margine nord della laguna: ci ha lasicato anche Lucia per un taglio al piede: era caduta in acqua dal bragozzo quando abbiamo scaricato i bagagli. Parere del medico subito presente: antibiotici e riposo per il piede. Visto che si voga male facendo riposare un piede, è tornata a casa dopo la cena.

Per quelle che sono rimaste la vogata offre un’ultimo piccolo assaggio della bellezza della laguna nord, con le saline e le barene estese, peccato che questa zona è troppo lontana dalla Giudecca, sarebbe bellissimo poter fare le vogate pomeridiane in quest’ambiente. piano piano ci muoviamo sul canale S.Felice verso Venezia. Oggi abbiamo una seconda barca apoggio: ci accompagna Dino che ha dormito nella Sanpierota a Lio Piccolo e torna in Giudecca con noi.

Ultima tappa caffè, per non farla finita troppo presto, alla ricevittoria di Treporti. Poi lungo l’isola di S.Erasmo verso la città.

 

La dura realtà Veneziana ci accoglie ancora prima di arrivare in Giudecca: il canale fronte all’Arsenale ci accoglie con onde che erano peggio di quelle affrontate il giorno prima in mare, sia per altezza, sia perchè arrivano in maniera caotica da ciascuno dei taxi che ci passa più o meno vicino. si sente che è iniziata la Biennale, i tassisti fanno da padroni nella città.

Stessa scena anche davanti alla Biennale: onde da motoscafi, vaporetti, tutti hanno fretta “devono lavorare!” come ci dice un pilota di vaporetto… Rimpiangiamo i motoscafetti delle lagune di Marano e Grado, tutto sommato si stava meglio, e anche le onde del mare, almeno arrivavano tutte dalla stessa direzione! arrivate nel canale dell’orfano vediamo una caorlina rossa. gli amici della Remiera ci sono venuti incontro. la gioia di rivedersi ci fa dimenticare le arrabbiature, ci salutiamo e voghiamo insieme l’ultimo pezzo verso la Remiera, dove ci aspettano i tavoli già aparecchiati.

In tanti ci aspettano in Remiera, Vittorio ci fa un gesto commovente per congratularsi con noi (e con Monica), Valentina ci attende con la sua canottiera premaman che copre il suo bel pancione, Diana ha cucinato, …

 

che dire? è finita anche questa volta, siamo fiere di avercela fatta, abbiamo un sacco di avventure e incontri da raccontare, delle belle imagini nelle teste (e nelle macchine fotografiche), abbiamo trovato nuovi amici, e siamo sicure che, anche l’anno prossimo, si partirà!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...