Arrivo a Ferrara

Domenica pomeriggio, verso le 16:00, entriamo nel porto turistico di Ferrara. E’ la fine di una giornata piuttosto calda, piena di sole, e in città, non si vede (quasi) anima viva. Avanziamo fino alla base nautica del CUS, dove dobbiamo lasciare le barche, ma non c’è nessuno.

Tutta l’area del porto dà l’mpressione di abbandono, è piuttosto triste, lo specchio d’acqua davanti al molo è coperto di alghe e piante acquatiche. In alcuni punti spuntano anche canne palustri, lì dove, secondo il disegno originale, avrebbero dovuto esserci canali e posti acquei. Nel bel mezzo del porto una piccola nave commerciale ormai dismessa è stata trasformata in pub. Vediamo alcune persone nelle poche barche ormeggiate, ma nulla allude alla vivacità di un porto turistico in una giornata domenicale di agosto, giornata in cui, in altri posti, tutti vanno e vengono con le proprie barche. Qui si percepisce solo un’atmosfera incomprensibile di oblio, come è possibile aver dimenticato una struttura così vicina al centro storico (come avremo scoperto successivamente) che rappresenta un importante legame tra la città e l’acqua che la circonda?MAG_4999

Il porto turistico di Ferrara

MAG_5001Intanto ci chiediamo un po’ perplesse, guardandoci intorno, dove ormeggiare le barche, visto che l’accordo con il club di voga è palesemente saltato. E come portare a terra i bagagli? Ma le donne del Po navigano sotto una buona stella: dopo una breve attesa arriva il nostro angelo custode di turno: Giovanni, che, previdente, ci ha già portato le bici sulle quali lo avremmo seguito durante la visita di Ferrara il giorno successivo, e che ora ci servono per raggiungere l’ostello. Arriva anche l’angelo custode numero due, Marco, il figlio di Giovanna, e con la sua macchina accompagna  Natascia, Mapi e Claire in stazione: devono già tornare a casa. Ultima foto di gruppo, tanti abbracci e le tre si avviano per il loro viaggio di ritorno, ci mancherete!MAG_4945

MAG_4943Sistemate nell’ostello, una bella struttura in pieno centro, concludiamo la serata nello spaccio dell’azienda agricola biologica di Giovanni, con una cena preparata per noi da Mario: serata e cibi favolosi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...