Venerdi 8 e Sabato 9 Agosto, lezioni di voga e gita sociale del City Barge

Dopo un venerdì di lezioni per alcuni membri (soprattutto donne) del Club City Barge che volevano approfittare della nostra presenza per perfezionare lo stile (già buono) di voga, il sabato Sybille, Alessandra, Anna, Nancy e Maggie partecipano a una gita sociale. Prima sul fiume Cherwell: ci si arriva, dopo tante anse e curve, rami da spostare o da evitare e soprattutto dopo tanti scorci bellissimi sul centro di Oxford e i suoi magnifici edifici storici dei College, fino ad uno sbarramento: impossibile utilizzare lo scivolo per le barche con i sandoli, perché  il passaggio sui rulli è limitato da barre di ferro ed è troppo stretto, chissà quale transoceanico altrimenti sarebbe passato…MAG_6635
Tornando indietro verso il Tamigi, facciamo slalom fra i rami degli alberi e tante barche, poichè nel frattempo si sono svegliati anche i  noleggi dei punting boats. Molte barche sono spinte da turiste cinesi che, così come a Venezia non possono mancare il giro in gondola, non possono lasciare Oxford senza aver provato l’ebbrezza di aver navigato spingendo con una pertica queste barche piatte e larghe.
Voghiamo con equipaggi misti, le veneziane sparse tra i membri del club di Oxford, che ci spiegano essere l’unica società di voga veneta nel Regno Unito. Di conseguenza, alcuni soci e partecipanti alla gita hanno fatto parecchia strada per venire a Oxford, qualcuno viene addirittura da Londra. Siamo partiti con sei barche, inclusi un gondolino e uno sciopon, praticamente il parco barche di voga veneta presente nel Regno Unito. Vabbè, In Inghilterra c’è anche qualche gondola, quella di Richard al momento in riparazione, e qualche altra, sparse in poche città – insomma quello di oggi è un raduno di barche alla veneta impressionante, considerato il luogo.
MAG_6637Durante la giornata le barche si riducono a quattro, perché qualcuno deve tornare a casa prima. Noi  continuiamo risalendo il Tamigi: alla prima chiusa la prima pioggia della giornata, ma imitando i nostri amici, ci infiliamo giacche e pantaloni impermeabili e continuiamo il viaggio attraverso la chiusa per risalire il fiume. Poco dopo c’è di nuovo il sole, un’alternanza alla quale ci abitueremo nei prossimi giorni, come alle assicurazioni che questa estate sia stata straordinariamente calda (magari l’estate inglese sarà stata in ferie in Italia? perchè nel nostro paese l’estate di sole non si è vista).
MAG_6645DSCF0032Lasciamo dietro di noi le case di Oxford e attraversiamo un piccolo bosco per trovarci di fronte, improvvisamente, un prato vastissimo. Ci spiegano che si tratta di un prato di proprietà comune, che viene usato da una mandria immensa di mucche e cavalli. Dopo alcuni minuti ci fermiamo sulla riva opposta, leghiamo le barche per sederci in un  bellissimo pub, con tavoli sul prato sotto ai salici. Le italiane si siedono al sole, gli inglesi all’ombra dei salici con i tavoli accuratamente disposti per offrire le due opzioni. Dopo il pranzo torniamo presto alla meta, dato che il meteo ha annunciato pioggia per le quattro. (che poi si è fatta attendere fino alle sei MAG_6641e mezza…)
La giornata si conclude in un ristorante nel centro di Oxford con Richard e Pauline.DSCF0011 DSCF0024

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...