19 agosto: Cavallino – Venezia, Giudecca

Ci siamo date appuntamento alle barche alle 7,30 per partire alle 8,00. La sveglia nelle diverse case suona per tutte alle 6,00.

updd verde spiaggia sponsor 19 ago

E’ l’ultima tappa, le previsioni meteorologiche annunciano vento e temporali già dal pomeriggio, è saggio partire in tempo per arrivare alla Canottieri Giudecca per l’ora di pranzo.

Updd Bagagli Cavallino
Il programma è convincente, ancora di più perché in sede siamo attese da famigliari e amici impegnati ai fornelli, tanto quanto noi ai remi. Abbiamo una iniziale incertezza nella scelta del percorso: facciamo il canale di Pordelio e poi la bocca di Porto con vento e corrente a sfavore oppure il canale di Treporti e seguiamo il Passaora di Sant’Erasmo che allunga il percorso ma è più protetto? Nel decidere nasce un po’ di tensione fra chi ha idee contrastanti, è l’ultimo giorno, è comprensibile che la stanchezza porti all’insofferenza. Ma non cediamo all’orgoglio, siamo pronte a lasciare andare, l’obiettivo non è quello di far vincere una tesi o l’altra, ma di concludere il viaggio senza incidenti, in armonia. Per superare questo momento di imbarazzo, ci arriva un aiuto inaspettato e quanto mai simpatico e affettuoso. Ci telefona Gigi, ci sta venendo incontro a bordo del suo cofano insieme a Paola, ci raggiunge alla bocca del Pordelio per farci strada sopra la secca del Bacan di fronte a Sant’Erasmo. Dice che l’alta marea ha sufficiente acqua per le nostre barche, ci accompagna.

dav

Il vento è abbastanza teso da farci rimanere concentrate ai remi, inizia anche a piovere, ma per fortuna è solo una nuvola di passaggio. Anche parte del nostro staff, Silvio e Dino con le rispettive barche a vela, sono rientrati in laguna per accoglierci. Vista la situazione meteo optano per sistemare le barche e attenderci alla Canottieri con la tavola imbandita. Alla Torre Massimiliana di Sant’Erasmo ci fermiamo per onorare Gigi e Paola che stappano una bottiglia di prosecco, forse due. E’ faticosa questa ultima tappa con marea e vento a sfavore, ma il brindisi a sorpresa riporta il buonumore. Abbiamo il tempo necessario per raccontare qualche aneddoto del viaggio, ci raggiugono echi di articoli e passaggi alla radio e alla televisione soprattutto sui media sloveni. Andiamo, abbiamo voglia di terminare anche questo nostro settimo viaggio. Risaliamo in barca e affrontiamo la forte corrente davanti a Sant’Andrea, costeggiamo l’isola della Certosa, attraversiamo il canale delle Navi cavalcando onde sempre più alte e poi entriamo nel canale di Quintavalle e finalmente in Bacino San Marco.

dav

E’ sempre una meraviglia questa città, anche sconquassata dalle onde, vilipesa dall’indifferenza e dall’ignoranza: attraversarla a remi, dopo chilometri di stupendi paesaggi marini, rurali e lagunari,  significa riprendere contatto con la sua essenza. Alzaremi, alzaremi: davanti alla Canottieri Giudecca sentiamo l’applauso e l’invito festoso a raggiungere la riva. Saluti, abbracci, sorrisi: tutti in fondo in questa settimana hanno vogato insieme a noi, c’è anche la famiglia Chiarentin che ha spedito le nostre caorline a Pirano, ci sono le amiche che non hanno potuto partecipare al viaggio, i mariti e compagni che ci hanno sostenute da lontano, i soci della canottieri che hanno sa subito appoggiato la nostra iniziativa. Ci sono anche Ugo ed Ester, consegnano ad ogni vogatrice un bellissimo ricordo del viaggio, in legno, personalizzato, preparato da  Ugo. Ester ci racconta che nella loro casa di Lignano segatura, polvere e rumori hanno messo a dura prova la pazienza dei loro vicini.

updd regali pizzarelli_17

E’ difficile oggi salutarci, lasciare partire le nostre amiche piranesi, ci attardiamo attorno alla tavola sempre piena di cose buone, che allietano anche il triste momento del commiato. Lo facciamo con tristezza perché il viaggio è finito, ma anche con allegria perché il progetto è riuscito e abbiamo un appuntamento, a breve, in Canal Grande per il corteo della Regata Storica. Care donne, a presto!

articolo giornale giudecca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...